Eventi Veneto: Slow Wine 2018

slow wine 2018 goditalia

Domenica 28 gennaio, si è tenuta la quinta edizione di “Treviso Slow Wine 2018” e noi di Goditalia, ovviamente, eravamo presenti.

Un viaggio fra le eccellenze vitivinicole del nostro territorio passando dal Trentino Alto Adige a Verona con le aree del Bardolino e Valpolicella; dal Vicentino al Padovano fino ai colli Euganei; continuando verso le Colline del Prosecco trevisano fino a giungere sulle Colline orientali del Friuli e per concludersi nella vicina Slovenia.

Ma andiamo con ordine.

Cos’è Slow Food?

È una associazione internazionale fondata da Carlo Petrini nel 1986 con l’obiettivo di dare la giusta importanza al cibo, imparando sia a riconoscere i luoghi di produzione si a rieducarsi nell’importanza di riscoperta del gusto dei prodotti. Attraverso vari progetti (Terra Madre), pubblicazioni (Slow Food Editore) e manifestazioni (Salone del Gusto, Slow Wine, Cheese, Slow Fish) difende il diritto dei popoli alla sovranità alimentare.

La quinta edizione di Treviso Slow Wine.

Arrivati alle 10.00 di domenica 28 gennaio all’entrata del Best Western Premier BHR di Treviso, troviamo già la coda per accedere alla fiera. Con soli 10 euro di entrata riceviamo la tracolla con il bicchiere per gli assaggi e la consapevolezza che il ricavato della manifestazione finanzierà i progetti “10.000 Orti in Africa”, (orti scolastici e familiari in Burkina Faso.)

Entriamo lungo il corridoio vetrato che ci porta all’interno della fiera. I vari produttori, 70 all’incirca, disposti in file stanno incominciando ad aprire le varie bottiglie per gli assaggi.

Vi confesso, io e Fabrizio ci sentiamo un po’ spaesati, la giornata di lavoro, come narratori del gusto, si prospetta molto ghiotta e appetitosa!

Iniziamo così a conoscere i vini del Valpolicella di cui un’azienda produttrice di Paolo Cottini ci ha lasciato un bel ricordo, sarà stato per il gusto fresco e fruttato con quelle note di amarena. Siamo passati poi agli assaggi del Bardolino della azienda Le Fraghe dal suo rosso rubino con riflessi violacei. Passiamo per Vicenza, conoscendo così il grintoso Davide Vignato dove ci spiega la sua storia di come ha creato con l’agricoltura biologica la sua azienda. Conosciamo i produttori di “Vigneti Le Monde”, le famose “Sorelle Bronca” di Vidor, l’azienda agricola “Bele Casel” con il loro prosecco a pressatura soffice.

Ci dirigiamo in una sala adiacente alla fiera dove troviamo specialità gastronomiche regionali di tutto rispetto: il formaggio erborinato a pasta morbida raffinato in vino raboso e mirtilli rossi della “Casearia Carpenedo” di Treviso; l’oca in onto dell’agriturismo di Tarzo “Mondragon” e le squisite marmellate di “Rosi” di Marostica.

Il prossimo anno noi ci saremo di sicuro e voi? Condividi l’articolo con i tuoi amici, che sappiano di questa fiera!!!

2 opinioni riguardo a “Eventi Veneto: Slow Wine 2018

  1. Pingback:Ona in onto: un prezioso tesoro della cultura enogastronomica del Veneto

  2. Pingback:Quali marmellate abbinare ai formaggi? Quali marmellate abbinare alla carne? Le marmellate di Rosi. - Goditalia

Ti è piaciuto l'articolo? Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.