Come scegliere il vino per la nostra cantina

il vino

Ora che sappiamo come fare la cantina, a livello di quale ambiente scegliere e come posizionare le bottiglie  non ci resta da capire come scegliere il vino.

La preferenza va ricercata sopratutto dai produttori di residenza, perché? Elementare Watson, avremo più conoscenze dirette dai terreni dove il vino è stato prodotto. Del resto, immaginate che goduria degustare un vino dove conosciamo la sua origine, la sua storia e il suo produttore.

Pian piano, vedrete crescere la vostra raccolta di vini che degusterete nei momenti più felici della vostra esistenza. A tal proposito, vi auguro di cuore, di essere sempre accompagnati da care persone!

Cosa tenere presente al momento dell’acquisto del vino?

Ci sono poche regole ma è giusto ricordarle:

  • nel caso di vini rossi superiori o vini liquorosi, si può tollerare un minimo di deposito. Negli altri casi guai!

  • Ricordarsi che i vini bianchi difficilmente “sopravvivono” due anni, (non sto parlando perché vengono sbevazzati)

  • leggete l’etichetta sopratutto negli spumanti per distinguerli da quelli fermentati in bottiglia, a quelli in autoclave. I primi è normale che costino di più!

  • Evitate di comprare vini sfusi, sopratutto se siete alle prime armi. Il vino “del contadino” difficilmente ha la qualità di vini coccolati da preparazione enologica e attrezzatura consona … mai dire mai, comunque!

Quante bottiglie di vino comparare?

Lo so, la tentazione di riempire la cantina subito di pregiati vini è forte, ma trattenetevi! Ricordatevi che l’importante nella vita non è mai la quantità ma la qualità.

Quindi per prima cosa mi permetto di suggerirvi di comprare il vino in base a quanto effettivamente ne consumate, non di più!

  • Piccole quantità di vini da non invecchiare tipo i bianchi, i rosati e qualche tipo di rosso perché sapete che bisognerà degustarli entro l’anno se non prima.

  • Fate pure scorta, piccola scorta, di qualche vino rosso da invecchiare. Vi suggerisco di comprarli alla nascita così invecchiano … scusate, volevo scrivere, maturano con voi 🙂

Quando rinnovare le scorte di vino?

Ultimi consigli per chiudere l’articolo. Spesso mi capita di trovare persone che si “dimenticano” di avere certe bottiglie in cantina. Rare volte è stato un successo la loro dimenticanza; troppo spesso, invece, il vino era ormai imbevibile!

Abbiate la bontà d’animo di scrivere su un taccuino o ancor meglio un quaderno rilegato i vostri vini della cantina. Annotate tutto anche i vostri pareri personali, saprete quando è il momento di fare scorta e sopratutto vedrete come stanno maturando i vini preziosi.

 

Se desiderate qualche consiglio di cantine che producono del vino a doc contattateci saremo ben felici in base a dove abitate di suggerirvi qualche nome.

 

1 opinione riguardo a “Come scegliere il vino per la nostra cantina

  1. Pingback:Invecchiamento e imbottigliamento del vino in cantina - Goditalia

Ti è piaciuto l'articolo? Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.