Impariamo a degustare il Prosciutto Crudo

degustare il prosciutto crudo

Godi giorno a tutti! Come abbiamo già visto in altri articoli più generici, cosa che vi consiglio di andare a rileggere,

Come il cervello codifica le emozioni

l’analisi sensoriale la possiamo definire come quella disciplina che fa da ponte tra il profilo chimico del prodotto e il gradimento del pubblico. Questo è molto utile anche per le strategie di marketing.

L’analisi sensorilare rinforza la piccola impresa

Trovare un vantaggio competitivo con l’analisi sensoriale

Dobbiamo ricordarci che è l’insieme delle proprietà del prodotto che il degustatore comprende con l’analisi sensoriale; sarebbe troppo facile, del resto, sapere che un determinato pH possa fare prosciutti tutti di qualità, per esempio!

L’analisi sensoriale però può da una parte comprendere quali siano le caratteristiche sensoriali di un alimento che influenzano di più il consumatore, dall’altra parte aiuta, noi comuni mortali, a comprendere e a godere cosa stiamo assaggiando.

Quando assaggiate il prosciutto crudo pensate a questo

Qui vi elenco in cosa dovreste concentrarvi quando degustate una fetta di prosciutto crudo.

  • Dolce: il prosciutto sembra quasi dolce grazie alla componente aminoacida che copre il salato. Un prodotto di qualità deve avere un minimo di punteggio 6 su una scala che va da 0 a 9.

  • Stagionato: questo attributo è fondamentale. Pensate che quando io e Fabrizio siamo stati addestrati a questo gravoso compito, ci bendarono per riconoscere il prodotto dell’assaggio.

  • Salato: questo gusto è esaltato dall’umidità del prodotto, quindi attenzione perché prosciutti più umidi sembrano più salati.

  • Nocciola e burro: sentirete il gusto di nocciola dovuta al metabolismo di lipidi e di burro o diacetile.

  • Formaggio: questo descrittore lo si sente sopratutto sui prosciutti crudi francesi dal sapore forte.

  • Aroma di muffa o cantina: è indice di stagionatura prolungata in ambienti chiusi. È una cosa ottima se non è eccessivo.

Le anomalie gustative

Qui di seguito vi elenco cosa potreste sentire in un prosciutto crudo sintomo di prosciutto con qualche problema:

  • Carne fresca: vuol dire che il prodotto non è stagionato alla perfezione.

  • Acido: attenzione che ci possono essere presenza di fermentazioni microbiche.

  • Amaro: l’amaro è sintomo di un eccessiva proteolisi (il processo di degradazione delle proteine e rilascio di specifici aminoacidi che danno il gusto del prosciutto).

  • Impastatura: in bocca durante la masticazione, il prosciutto risulta molliccio per un eccesso di umidità e proteolisi.

Ecco bene o male questi sono i primi rudimentali attributi da tenere in considerazione, ora tocca a voi fare delle prove e inviarci i vostri commenti, vediamo insieme di conoscere le tecniche di degustazione.

Godi degustazione a tutti!

Ti è piaciuto l'articolo? Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.