Pubblicato il Lascia un commento

La farina di miglio per il pane

farina di miglio

farina di miglio

La farina di miglio per il pane  assomiglia al frumento ma senza glutine

Conosciamo la farina di miglio. Una farina senza glutine e ricca di vitamine

Con la macinazione di diverse varietà di miglio, nasce la preziosa farina ricca di vitamine A e B.

  • ferro

  • magnesio

  • silicio

  • fosforo

  • non contiene glutine

  • amido

  • calcio

  • potassio

  • rame

  • zinco

È perfetta per chi soffre di celiachia e grazie ai suoi minerali aiuta i modo considerevole lo smalto dei denti, le unghie e la pelle. Ideale per l’alimentazione dei bambini per chi svolge attività intellettuali e per le donne in stato di gravidanza.

La farina di miglio dorato e la farina di miglio bruno

Le due tipologie di farine di miglio: una adatta al cotto e l’altra per il crudo

  • La farina di miglio dorato: molto simile alla farina di frumento è ottima per dare più consistenza a composti delicati come impasti di pani non lievitati, piadine, polpette e addirittura una buonissima polenta morbida. Una sua caratteristica in cucina è nell’assorbire l’umidità, quindi ottima per dolci umidi in quanto impedisce che il dolce si secchi. Ha un aroma molto delicato tendente al dolce che non predomina sugli altri sapori. Il suo colore giallo viene utilizzato per dare vivacità ai prodotti privi di glutine caratteristici per il loro colore bianco spento.

  • La farina di miglio bruno: ricchissima di sali minerali che aiutano il sistema immunitario, si ottiene dal chicco non mondato quindi considerata nella famiglia delle farine integrali. Viene utilizzata sopratutto a crudo per frullati e yogurt; con l’aggiunta della farina di miglio dorato si usa anche cotta per torte e biscotti. Ha un aroma leggermente rustico come quasi tutte le farine integrali.

Vi ricordiamo che la farina di miglio è molto delicata e si rovina facilmente diventando a sua volta molto amara. Quindi un consiglio:

  • Acquistate direttamente i chicchi e macinateli con un frullatore potente

  • Conservatela in freezer

  • Per un aroma più deciso provate a tostare i semi leggermente

Pubblicato il Lascia un commento

Le proprietà benefiche della farina di avena

farina di avena

farina di avena

La farina di avena un ingrediente dagli svariati usi

La farina e i suoi benefici

Negli ultimi tempi, l’avena, ha raggiunto il podio degli ingredienti da riscoprire per i suoi innumerevoli benefici e le sue proprietà che la rendono adatta a svariati usi. Fa parte della stessa famiglia di cui fanno parte i cereali come l’orzo e il farro e anch’essa viene decorticata. La farina di avena è stata riscoperta perché è una fonte di carboidrati a lenta digestione, ricca di fibre e in grado di fornire pura  energia a lungo termine, ottima quindi per chi soffre di diabete.

I valori nutrizionali della farina di avena

Le particolari qualità nutritive di questo benefico cereale

La farina di avena vanta un notevole apporto di proteine e allo stesso tempo un basso risultato di zuccheri. Contiene 5 aminoacidi essenziali a differenza dei suoi parenti che ne contengono solo uno come il frumento, questi aminoacidi sono molecole importanti che aiutano al corretto funzionamento dell’organismo. I benefici sostanziali li possiamo elencare:

  • abbassamento dei livelli di colesterolo
  • aiuto nelle diete per diabetici
  • senso di sazietà dopo il pasto
  • proprietà diuretiche e lassative

Fare il pane con la farina di avena

Per fiocchi di avena si intende l’avena cotta a vapore

Per fare il pane con questa farina è necessario usare la farina ottenuta dai fiocchi di avena. Molti ci scrivono che la difficoltà maggiore è trovare questa benedetta farina integrale di avena che la si trova di rado e solo in qualche negozio specializzato. Bene, cerchiamo di darvi qualche trucchetto oltre che invitarvi a contattarci se conoscete posti fidati dove la vendono così da condividerli con i nostri lettori.

Comprate i fiocchi di avena e la farina la fate voi macinandola con un bel robot da cucina. I fiocchi sono molto teneri e quindi non rischiate che le lame si possano rovinare. Ora non avete più scuse per preparare un pane dal gusto amaro e dai benefici incredibili.

Pubblicato il 2 commenti

Farina di Orzo, proprietà e utilizzo per fare il pane

farina di orzo

farina di orzo

Dalla lavorazione e macinazione di orzo decorticato si ricava la farina di orzo. Se ci pensate dovremmo trattarlo con un certo rispetto questo antichissimo cereale, già coltivato a partire dal X-VII secolo a. C. usato per la produzione di malto, della birra del whisky e sopratutto la farina.

La farina d’orzo è l’ingrediente primario per la preparazione di prodotti da forno sia dolci che salati, ottima per il pane e i biscotti. Non solo la si usa anche per la preparazione della pasta.

Proprietà e benefici dell’orzo

Una delle caratteristiche più importanti che si attribuisce all’orzo, è la sua proprietà rimineralizzante.

Contiene infatti:

  • potassio

  • magnesio

  • ferro

  • zinco

  • silicio

  • calcio

  • fosforo, fondamentale per chi svolge attività intellettuali

Oltre che vitamine del gruppo B e del gruppo E.

Questa sua caratteristica ha proprietà antinfiammatorie in particolare a carico di vescica e intestino. Il decotto di orzo stimola la digestione e se utilizzato per fare gargarismi, placa l’infiammazione alla gola. Un’altra proprietà importante che l’orzo dona all’umanità è lo stimolo della produzione di latte materno.

L’orzo ha una composizione molto simile a quella del mais con l’unica differenza che è meno grasso e più proteico: 100 grammi di orzo perlato contengono circa 319 kcal.

Il pane con la farina di orzo

Potete trovare in commercio due tipi di farina d’orzo:

  • la farina integrale di aspetto chiaro con evidenti striature grigiastre;

  • la farina raffinata quasi totalmente bianco-giallastra

Tenete presente che la farina d’orzo ha una scarsa capacità di lievitazione, non per niente per la panificazione, si utilizza miscelata con farine di frumento: una quantità di orzo insieme a 2 o 3 quantità di frumento.

Il pane d’orzo ha un sapore rustico e molto intenso, presenta una mollica fitta con un’alveolata chiusa

Aspettiamo vostre notizie sulle vostre esperienze “panificatorie” con questa farina, ricordandovi che se volete valorizzare il vostro panifico di fiducia che magari opera con questa farina, basta farci un fischio e verremo a intervistarlo.

Grazie e non dimenticate di condividere l’articolo 😉

Pubblicato il Lascia un commento

I benefici della segale

segale

pane di segale

Oggi parleremo della segale, del suo pane nero e dei suoi innumerevoli benefici per la nostra salute.

La segale è un ottimo cereale di montagna che si adatta bene ad altitudini elevate, resistendo ottimamente ai climi freddi. Il suo chicco si presenta con un colore che ricorda l’oro tendente al verdastro.

È utilizzata sopratutto sotto forma di farina: avete presente quel tipo di pane nero arricchito di finocchio e cumino? Ecco è un pane di segale!

Ha un sapore molto deciso e vi consiglio di provarla come base per le insalate fredde o minestroni di verdura accompagnati da qualche buon rosato.

È da considerarsi un cereale di tutto rispetto, perciò quando andate dal vostro fornaio di fiducia ogni tanto provate a comprare il pane nero, anche per allenare le papille gustative a qualcosa di nuovo.

Proprietà nutrizionali della segale

Se è consigliato per gli astenici e ai convalescenti, il motivo lo si deve ai suoi innumerevoli fattori nutrienti. È vero che ha un minor contenuto di proteine rispetto al frumento ma è ricco di carboidrati che gli conferiscono il titolo di alimento energetico e costruttivo. Contiene moltissimi sali minerali come:

  • fosforo

  • potassio

  • magnesio

  • calcio

  • vitamine del gruppo B

  • alto contenuto di fibre

I benefici della segale

Le popolazioni che si alimentano con il pane di segale sono protette, così sembrerebbe, da malattie cardiovascolari visto che la segale ha un’azione antiarteriosclerotica e protegge i vasi sanguigni donandogli elasticità. È utile alla microflora intestinale; facilità il senso di sazietà; aiuta l’assorbimento degli zuccheri.

Se avete qualche curiosità da donarci sull’uso di questa farina, o se volete farci conoscere il vostro fornaio di fiducia che secondo voi meriterebbe di essere intervistato per i suoi prodotti a base di segale e non, contattateci e saremo ben lieti di andarlo a trovare e fargli una intervista dedicata.

Grazie a tutti per i preziosi consigli e per i tanti auguri che ci spedite ogni giorno!