Pubblicato il 1 commento

Il Desco, il Vino e la Birra

il desco vino e birra

Buongiorno Godi-lettore. Oggi continuiamo il nostro viaggio a Lucca con Il Desco, il vino e la birra. Il Desco è un appuntamento imperdibile dedicato al food e alla cultura culinaria italiana. Se ami i prodotti tipici di alta qualità vieni a ‘Il Desco‘ a Lucca in Piazza del Collegio 1 nel Centro storico. Le date per visitare la mostra sono il 29, 30 novembre e 1, 6, 7 e 8 dicembre 2019. Visita il sito e scopri gli interessanti eventi in programma. Se dopo aver letto questo articolo vuoi porci delle domande, contattaci. Saremo felici di rispondere alle tue curiosità. Seguici su Facebook e Twitter per aggiornarti sulle novità e sugli eventi. 

Ma ora iniziamo il viaggio!

il desco vino e birra

Il Desco, il vino e la birra: mondi da scoprire

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di pasta e prodotti da forno. Oggi ci addentreremo nel mondo de ‘il Desco, il vino e la birra’. Conosci i vini Rosati di Lucca?

La ‘Fattoria al Dotto‘ li rappresentano con vini unici nel loro genere. Con il loro vino ‘Rubeo‘ descrivono bontà e tradizione. Un’altra realtà d’eccezione è la ditta ‘Poderi di Garfagnana‘. Con i loro vigneti autoctoni coltivati a 600-700 metri di altezza offrono vini da ricordare. Un impegno che non prevede l’uso di macchine ma solo passione e dedizione. Sarà poi la ‘Strada del Vino‘ a continuare a deliziarvi con vini eccezionali:

  • delle colline Lucchesi;
  • di Montecarlo;
  • della Versilia;
  • della valle del Serchio.

Il nostro viaggio prosegue nella ‘Tenuta Mariani‘. Qui scopriamo vini e spumanti biologici che richiamano passione e storia del territorio. Prodotti meravigliosi da provare.

Il Desco, il vino e la birra: il viaggio del vino continua

Continuiamo il viaggio verso la scoperta dei vini presentati a ‘Il Desco’. Pertanto nella nostra visita non può mancare la ditta ‘Le Vigne del Grillo‘. Una realtà che traduce il proprio lavoro in vini biologici deliziosi. Da non perdere il loro barricato. Se ami il Chianti o il Sangiovese in purezza allora devi conoscere la ditta ‘Antica Fattoria Caserotta‘. La passione anche in questo caso si traduce in risultati profondi. Ma ora proseguiamo il nostro percorso alla scoperta de Il Desco, il vino e la birra.

Il Desco, il vino e la birra: Il viaggio della birra

Ora ci addentriamo nel mondo della birra. Iniziamo con il parlarti del ‘Birrificio Sul mare‘ e delle birre ispirate al mare. Birre meravigliose bianche, apa, ipa e Golden Ale. Un’altra realtà da scoprire è il ‘Piccolo Birrificio Clandestino‘. Un birrificio che offre birre speciali e artigianali di grande bontà, con 14 gusti da provare. Proseguiamo il viaggio de Il Desco, il vino e la birra ed entriamo nella realtà della ‘Bontà della Garfagnana’. Birre eccezionali di tipo artigianale al farro e alle castagne. E ora continuiamo la degustazione con le ‘Officine del Peperoncino. Collettiva Cia Toscana Nord‘. Quindi con la birra artigianale della ditta ‘Nemos‘ sapranno stupirti con deliziose fragranze. Magie che nascono anche dalla qualità del luppolo e materie prime coltivate da loro.

Goditalia, Il Desco, il vino, la birra e poi…

Non perdere i prossimi articoli. Parleremo di altri espositori eccezionali. Tuttavia il prossimo post sarà dedicato ai formaggi e ai salumi. Se vieni ad assaggiare i prodotti scrivi un commento con le tue impressioni. Se invece hai delle domande su Il Desco il vino e la birra contattaci e noi risponderemo alle tue curiosità.

Condividi su facebook
Condividi su reddit
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Pubblicato il 1 commento

Espositori de il Desco: pasta e prodotti da forno

Espositori de il Desco pasta e prodotti da forno

Buongiorno Godi-lettore. Oggi ti vogliamo parlare di pasta e prodotti da forno grazie agli espositori de il Desco. Un appuntamento imperdibile dedicato al food e alla cultura culinaria italiana. Se ami i prodotti tipici di alta qualità vieni a ‘Il Desco‘ a Lucca in Piazza del Collegio 1 nel Centro storico. Le date per visitare la mostra sono il 29, 30 novembre e 1, 6, 7 e 8 dicembre 2019. Visita il sito e scopri gli interessanti eventi in programma. Se dopo aver letto questo articolo vuoi porci delle domande, contattaci. Saremo felici di rispondere alle tue curiosità.

Ma ora iniziamo il viaggio!

Espositori de il Desco pasta e prodotti da forno

Gli eventi e gli Espositori de Il Desco

Prima di iniziare a parlare di pasta e prodotti da forno, vogliamo presentarti ‘Il Desco’. Si tratta di una mostra dedicata agli amanti dei prodotti di alta qualità. Una manifestazione in cui regna il divertimento, la cultura e l’intrattenimento. Visitando la mostra incontrerai gli espositori de il Desco e le loro eccellenze. Ecco le categorie in cui sono suddivisi:

  • Pasta e prodotti da forno;
  • Vino e Birra;
  • Formaggi e Salumi;
  • Cereali, Legumi e Farine;
  • Olio, Aceto e Spezie;
  • Dolci e Pasticceria;
  • Salse, Sughi e Conserve;
  • Confetture e Miele;
  • Caffè e Liquori.

Vi saranno molti eventi, all’insegna della cultura, tecnologia, degustazioni, arte, ricette ecc. Eventi imperdibili che vi presenteremo su Facebook e Twitter.

Che tipo di pasta ti piace di più?
Scoprilo con gli Espositori de il Desco.

Tra gli espositori de Il Desco vi sono quelli che trattano farine, la pasta e i prodotti da forno. Ma ora addentriamoci nel mondo della pasta.  Conosci il ‘Testarolo Artigianale Piemontese‘?

Si tratta di una pasta fresca cotta a legna. La ditta ‘Piana di Conserva Elisa‘ la propone con la stesso metodo di produzione adottato nel 1400. Per gli amanti della pasta fresca come tortellini, i pici senesi, tagliatelle ecc. il ‘Pastificio della Garfagnana‘ propone paste e sughi deliziosi. Anche la ‘Bonta della Garfagnana‘ si distingue nei suoi prodotti compresa la pasta. Una bella realtà che rappresenta varie attività della terra di Garfagnana e di Lucca. Come castanicoltori, offrono leccornie da provare. Un altro stand da visitare è quello della ‘Gastronomia Piccini‘. Da scoprire per la qualità e il sapore della loro pasta fresca, ripiena e biologica.

Gli Espositori de il Desco presentano i prodotti da forno. Quali preferisci?

Alcuni espositori de il Desco propongono i prodotti da forno. Tra le eccellenze da provare vi è il Panigaccio, una specialità toscana buonissima. La ‘Bottega del Panigaccio‘ lo propone nella sua eccellenza e in tutto il suo sapore. 

Ami le focacce? 

Allora vieni allo stand di ‘Laura & Vittorio‘. Prova la focaccia alla rosa che unisce il connubio tra dolce e salato. Tuttavia sono diversi i prodotti che propongono da provare. Se invece ami i dolci allora visita lo stand della ‘Pasticceria Torzi‘. Troverai dolci tradizionali che non mancheranno di soddisfare anche i palati più esigenti. Un’altra realtà interessante è ‘La Sforneria‘. Si distinguono come panetteria e pasticceria. Tuttavia producono anche un olio extravergine di oliva accattivante. Tra i prodotti da scoprire ci sono il pane toscano, il pane pugliese e tanti dolci gustosi.

Le farine degli espositori de il Desco. Quali preferisci?

Alcuni espositori de il desco propongono farine molto pregiate. Ad esempio la ditta ‘Sassi Bruni di Adragna Francesca‘ produce farine di grani antichi. Una farina di grano duro con grani non modificati geneticamente. Si tratta di specie tradizionali che ci riportano ai sapori del passato. Nella tua visita non perdere lo stand del ‘Salumificio Gombitelli del Triglia‘. Oltre a salumi di alta qualità offrono prodotti da scoprire nel mondo di farine e pasta. Scopri farine come la Formenton 8 file oppure la Farina di Castagne della Garfagnana. Visita lo stand e troverai anche altri prodotti interessanti.

Goditalia e gli espositori de il Desco

Non perdere i prossimi articoli. Parleremo di altri espositori de il Desco e di tanti prodotti interessanti. Se assaggerai questi prodotti scrivi un commento con le tue impressioni. Se invece hai delle domande contattaci e noi risponderemo alle tue curiosità

Condividi su facebook
Condividi su reddit
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Pubblicato il Lascia un commento

Captain Piave:il supereroe del formaggio delle Dolomiti Bellunesi!

captain piave

Sì, avete letto bene, non Captain America ma Captain Piave l’eroe che difende il formaggio Piave delle Dolomiti Bellunesi

Il nuovo supereroe è stato presentato a Colonia ad Anuga, la fiera internazionale del commercio di alimenti e bevande, dal Consorzio Piave Dop in merito al progetto comunitario Nice to Eatu – EU.

Il supereroe contro la contraffazione delle agromafie

In occasione dell’ultima edizione di Anuga, il Consorzio per la Tutela Formaggio Piave DOP, al fianco di Agriform, ha lanciato in anteprima mondiale il suo nuovo e rivoluzionario progetto dedicato ai bambini: Captain Piave, il Supereroe protagonista di un’animazione 3D Full HD che difende il formaggio delle Dolomiti bellunesi e tutte le produzioni a marchio di tutela DOP da abusi e contraffazioni. La presentazione ad Anuga precede una massiccia campagna di comunicazione che vedrà Captain Piave protagonista a novembre in 50 sale del circuito UCI Cinema.

I contraffattori dei prodotti marchi Dop, avranno filo da torcere! Captain Piave scende dalle Dolomiti Bellunesi nel tentativo di infondere nei giovani consumatori di domani la consapevolezza e il riconoscimento dei marchi di qualità europei sul piano della sicurezza degli alimenti, della tracciabilità, dell’autenticità e degli aspetti nutrizionali e sanitari.

Ben venga, dunque, questo nuovo supereroe che difende un prodotto unico e inimitabile come il formaggio Piave. Basta degustare il formaggio per comprendere il valore di questo prodotto, tutelato da un Disciplinare di produzione, che prevede l’utilizzo di latte vaccino per almeno 80% da capi selezionati esclusivamente nella Provincia di Belluno. 

Grazie  al territorio delle Dolomiti Bellunesi, ai suoi pascoli e alla conoscenza antica del  saper fare come una volta, il formaggio Piaveha ottenuto i più prestigiosi riconoscimenti del comparto a livello mondiale, come i “TOP 50 foods” dei Great Taste Awards 2016, il Crystal Award 2018 per essere l’unico formaggio italiano ad ottenere la massima valutazione per tre anni consecutivi ai Superior Taste Awards, o, ancora, la Medaglia d’oro come «Miglior formaggio Europeo a pasta dura» ai Global Cheese Awards 2018.

Il progetto Nice to Eat-EU per far conoscere il marchio DOP

Gli obiettivi del progetto Nice to Eat-EU, promosso dal Consorzio per la Tutela Formaggio Piave DOP e co-finanziato dell’UE, sono quelli di far conoscere al grande pubblico dei tre Paesi target Germania, Italia e Austria il valore del marchio DOP, di cui il Piave è testimonial d’eccezione. Un’attività necessaria oggi se si pensa al solo danno economico della contraffazione che penalizza in maniera pesante consumatori e produttori con un danno stimato di 2,3 miliardi di euro all’anno per tutto il comparto agroalimentare. Per riuscirci, il progetto ha deciso di puntare su linguaggi mutevoli e versatili, in base al pubblico a cui si rivolge: un supereroe, appunto, per parlare ai bambini, con un video d’animazione e un videogioco che sarà presto lanciato nei tre mercati.

Ma non solo il progetto è destinato, attraverso un concorso organizzato da Nice to Eat-EU e rivolto agli studenti delle scuole primarie che saranno chiamati a proporre uno storyboard del seguito delle avventure del supereroe, in difesa dei regimi di qualità dell’UE.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit

Pubblicato il Lascia un commento

La pipa: arte, tabacco e analisi sensoriale

La pipa

La pipa

Godi giorno a tutti, cosa può c’entrare il connubio con l’arte, l’analisi sensoriale e il tabacco? Tranquilli, tranquilli non siamo impazziti, con questo articolo vogliamo mostrarvi un mondo nascosto fatto di manufatti creati ad arte; oggetti, dalle forme più strane, creati per apprezzare con i nostri sensi tabacchi dai profumi più intensi. Eh sì, cari lettori, oggi vi voglio parlare di un hobby (attenti non è un vizio!) dove la passione per la pipa, la condivisione e la convivialità rappresentano le basi per poter creare un legame particolare tra tutti coloro che ne vengono coinvolti.

Ma andiamo con ordine…

Degustare o abbuffarsi?

Come abbiamo sempre cercato di chiarire nei nostri articoli, l’importante non è la quantità ma la qualità! Degustare un buon vino è ben diverso da tracannare un liquido alcolico; come degustare un buon cibo elaborato lo è dall’ingozzarsi.

Cosa ci azzecca con il tabacco?

Partendo dal fatto che il fumo nuoce gravemente alla salute sempre, si può nel limite del possibile apprezzarne le sue qualità con le dovute attenzioni. Ecco, un buon modo è il fumare, anzi, il degustare la pipa.

Tutto sta nella motivazione: si fuma (potremmo anche scrivere si mangia o si beve) per vizio, per stendersi i nervi, per abitudine o per degustare?

Degustare è prendere coscienza e piacere di ciò che stiamo solleticando con i nostri sensi. È comprendere le sfumature, assaporare nuove esperienze, sorridere alla vita e alla realtà che ci circonda.

Ma allora …

La pipa è meglio della sigaretta?

La sigaretta, purtroppo, è un fumare legato a un gesto ripetitivo, istintivo nato per soddisfare nell’inconscio un rimedio ai mali del fumatore. Si fuma per compensare la dipendenza da nicotina! È un vizio che è meglio non prendere, parola di un ex fumatore di sigarette!

La pipa è un piacevole hobby basato nell’assaporare lentamente la miscela di tabacco che si vuole degustare. Si degusta la pipa nel momento rituale di tenerla in mano, osservare la bellezza della radica, della sua forma; di aprire la busta di tabacco e cercare di comprenderne i vari aromi; nel caricare pazientemente il fornello e accenderlo in modo uniforme sentendo la combustione del tabacco.

Altra cosa particolare, il fumo della pipa non si aspira, non va nei polmoni come quello della sigaretta. Il fumo della pipa si tiene in bocca quel che basta per comprenderne l’aroma e poi lo si lascia uscire dalla bocca.

Terme Fumose 2019: l’arte della pipa

Il Pipa Club di Padova “Sottil Fil di Fumo” ha invitato noi di Goditalia a un evento particolare: Terme Fumose.

Il 20 di gennaio al Grand Hotel Terme e S.P.A. in viale stazione 21, Montegrotto Terme (PD) alle ore 10.00, se siete curiosi di approfondire il tema di pipe e affini, vi raccomando di non perdervi questa possibilità, visto che ci saranno un sacco di artigiani di tutta Italia che esporranno le loro pipe create ad arte e assisterete alla prima tappa del 48° Campionato di lento fumo con pipa e terzo memorial Alfredo Sottil.

Noi ci saremo e come al solito faremo qualche videata per mostrarvi un po’ l’andamento dell’evento e, perché no, intervistare anche gli organizzatori, così potrete in diretta fare tutte le domande che desiderate.

Vi ricordo che questi eventi non intendono incoraggiare la pratica del fumo, ricordando che il fumo nuoce gravemente alla salute, questo è solo un incontro per coloro che sono affascinati o curiosi di questo strano mondo.

Godi degustazione a tutti!